Da qualche giorno, al NWAC, abbiamo avviato una linea diretta per parlare di marketing.
Attraverso Facebook Messenger vengono inviati tutorials, guide e notizie riguardanti il marketing applicato alla fotografia matrimoniale.

A chi è iscritto (gratuitamente) chiediamo anche se hanno delle domande a cui rispondiamo tramite articoli come questo.

Se vuoi iscriverti anche tu segui questo LINK, (è gratis!)

 

Tiziana:
Ancora non ho iniziato a fare marketing on line, ma entro il 14 ottobre quando parteciperò a una fiera degli sposi dovrò aver finito almeno il sito. Poi aprirò una pagina Facebook professionale, visto che ora ho solo quella personale.

Ottima mossa Tiziana!
Il tuo problema, però, sono i tempi!
Apri il sito in concomitanza con la fiera e aprirai la pagina Facebook solo DOPO la fiera.
Considerando che sei agli inizi, chi verrà da te in fiera si troverà di fronte una perfetta sconosciuta!
Avrai di fronte un pubblico tecnicamente “freddo”, che con ogni probabilità avrà qualche remora (leggi sospetto) nei tuoi confronti ed è un approccio sicuramente negativo nei tuoi confronti.
Facendo tutto per tempo (tecnicamente si chiama fase di prelancio) avresti avuto modo di farti conoscere e instillare il tuo nome nella mente di chi ti verrà a visitare in fiera. (Hai presente quando leggi un nome e pensi: “ah si, l’ho già letto da qualche parte”? Questo avrebbe reso gli sposi molto più aperti nei tuoi confronti).
Non mollare!

Maurizio:
Vado poco su Facebook e su Instagram ho appena iniziato vorrei fare qualche campagna mirata ma non ho le conoscenze per farle.

Maurizio, il consiglio che mi sento di darti è di iniziare con Facebook, nella mia esperienza, le ADS di Instagram sono molto dispersive, soprattutto se non hai molta esperienza in fatto di targeting.
Ti serve innanzitutto una pagina, senza non puoi fare promozione. Curala, falla crescere per qualche settimana, appena sarà pronta con abbastanza contenuti inizia con le ADS. Parti con piccole spese per fare dei test, eliminando via via i test meno performanti.
La prima domanda che ti devi fare, però, è: dov’è il mio pubblico (leggi clienti)?

Giuseppe:
Non ho mai usato Google Adwords
Mi hanno detto che non è così semplice ottenere risultati a meno che non si investano cifre alte.
È corretto?

I risultati, anche nel caso di Adwords, dipendono da tanti fattori.
Se non hai molta esperienza ti capiterà di spendere molto e anche inutilmente.
Adwords è utile per intercettare quella domanda chiamata “consapevole”. Intercetti, cioè, un pubblico che sa esattamente cosa cercare e cerca qualcuno che soddisfi il suo bisogno.
Prima di usare Adwords, io consiglio sempre di fare delle ricerche per vedere se c’è effettivamente un volume di ricerca in quel senso. (Se non c’è nessuno che cerca il tuo prodotto/servizio, che senso ha usare adwords?)
Per scoprire se c’è un volume di ricerca, in base alle tue parole chiave, puoi utilizzare lo strumento di pianificazione delle parole chiave messo a disposizione da Google stesso.
Il “costa molto” poi è assolutamente relativo: se un contatto ti costasse anche 20€ e ci prendi un matrimonio, ne vale la pena?

Christian:

Qual è il modo più efficace di dialogo con i clienti attraverso la pagina Facebook creando contenuti ma senza foto di matrimoni perché non ne ho?

Christian, qui la domanda nasce spontanea: se non hai immagini, quali contenuti puoi creare?
Capita spesso di non aver contenuti o, ancora peggio, che questi non siano “eccezionali”.
Puoi provare ad ovviare al problema creando uno storytelling di qualità e coinvolgere molto chi ti legge per creare engagement. Solo così la tua pagina potrà crescere. L’algoritmo di Facebook tiene molto all’engagement. Quanta più gente viene coinvolta e interagisce con la tua pagina, più l’algoritmo capisce che quello che posti è interessante e lo mostrerà a sempre più persone. Inutile ribadire che ti devi anche aiutare con le ADS, ormai necessarie.

Emanuele:

Quando promuovo il sito o la pagina Facebook non ottengo riscontri. C’è qualche suggerimento che possa mettere in pratica?

Si, prova con il One-to-One del NWAC!
Scherzi a parte, per te vale la stessa risposta data a Christian proprio qui sopra: devi migliorare l’engagement, probabilmente i tuoi post non sono molto attrattivi o addirittura noiosi.
Una domanda: cosa intendi per riscontri?

Se hai delle domande scrivi sotto nei commenti e non dimenticare di iscriverti alla nostra Messenger List (se non l’hai ancora fatto) per ricevere direttamente nel tuo messenger tutte le informazioni utili e guide: CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *