“Ormai la pagina non serve più”, “è un’estorsione”, “meglio il profilo”, “ottengo si e no 10 like per post”
Questi sono alcuni commenti che mi è capitato di leggere ultimamente su Facebook riguardo il taglio alla reach organica operato da Facebook alle fan page.

Ebbene si, è vero, Facebook sta progressivamente tagliando la reach organica in favore delle inserzioni a pagamento. È una operazione che sta andando avanti da almeno un anno (anche se molti se ne stanno accorgendo solo ora) e il calo è drastico: in media, si riesce a raggiungere intorno al 15-20% dei propri fan.

Mettiamo subito in chiaro una cosa: Facebook NON è un ente benefico, per cui se vogliamo usarlo per scopi commerciali, bisogna pagare. Punto.

Il discorso è un altro, prima di gridare allo scandalo e, addirittura, all’estorsione, dobbiamo farci due conti:
se abbiamo provato a fare delle inserzioni – ovviamente con criterio – c’è stato un ritorno?

Se la risposta è si non c’è da pensarci su nemmeno un minuto, se invece la risposta è no, allora dobbiamo chiederci cosa c’è che non va.

Ma partiamo dal principio. Come ampiamente spiegato durante il Campus di Torino, Facebook è uno strumento, non un obiettivo. Quindi, prima di iniziare, è necessario stabilire innanzitutto una strategia di marketing da seguire per raggiungere il nostro obiettivo.

Ancora, Facebook può rientrare in questa strategia come strumento, non come obiettivo (raggiungere 10.000 like NON è un obiettivo). Anche il sito è uno strumento, così come il blog.

Come? Non hai il blog? Ho capito bene? NON HAI IL BLOG?

Una strategia di marketing ben studiata ed eseguita, non può durare meno di qualche mese (i risultati non si ottengono in due giorni e no, mi dispiace, ma non basta fare una inserzione di 10€ una tantum per farti raggiungere da 100 clienti affamati dei tuoi servizi).

Alla fine, dovresti calcolare il ROI (ritorno sull’investimento): se è positivo, abbiamo vinto, se è negativo, abbiamo perso e, quasi sicuramente, c’è qualcosa che non va da qualche parte (il prodotto è buono?).

I conti sono facili: se hai investito 200€ e hai raggiunto i tuoi obiettivi, ne vale la pena?

Ancora, l’ultima che ho letto: “molti dei miei clienti mi arrivano da Facebook, altrimenti avrei già chiuso il profilo“.
Molti dei tuoi clienti arrivano da Facebook e tu vuoi chiudere il profilo?

Un’ultima considerazione: in Italia sono iscritti a Facebook 8.600.000 persone nella fascia di età 24-36 anni, la fascia di età più numerosa. Un mercato enorme. Ne vuoi far parte? Si? Allora rimboccati le maniche e inizia a fare le cose seriamente, i risultati arriveranno. Lamentarsi non serve a niente ed è solo una perdita di tempo.

Gianni Russo